Blefaroplastica

Categorie: ,

Descrizione

Per uno sguardo fresco, aperto e luminoso

Lo so, hai sempre sognato uno sguardo più giovane ma la pelle in eccesso che hai sulle palpebre ti provoca disagio e le borse adipose ti conferiscono uno sguardo stanco e triste!

Come probabilmente già saprai l’area intorno agli occhi è quella in cui il tempo lascia i suoi segni con maggiore precocità poiché con il passare del tempo la pelle inizia a perdere naturalmente elasticità.

La Blefaroplastica o chirurgia dello sguardo, è l’intervento di chirurgia estetica che tende ad eliminare in maniera permanente la pelle in eccesso e le borse adipose a livello della palpebra superiore ed inferiore. Inoltre questa procedura ti offre un aspetto più giovane e riposato, uno sguardo più aperto e un netto miglioramento del campo visivo! Questo intervento può essere combinato con il lifting diretto do indiretto del sopracciglio. 

 
Come si svolge la Blefaroplastica?

Questo intervento viene eseguito in anestesia locale oppure in anestesia locale con una leggera sedazione, che potrà essere più o meno profonda a seconda dalla richiesta e dell’emotività del paziente. La durata è di circa un’ora o poco più.

Nel caso di blefaroplastica superiore, dopo un accurato disegno a livello palpebrale, si procede con l’asportazione di porzioni cutanee attraverso piccole incisioni.

Un filo molto sottile servirà per la sutura ed immediatamente dopo verrà posto del ghiaccio sugli occhi per diminuire l’edema e la formazione di lividi, che possono durare da tre fino a sette giorni circa.

A livello palpebrale inferiore, invece, si può eliminare solo la cute in eccesso, la cute e le borse palpebrali insieme e si può combinare con un trattamento di laser resurfacing co2  per trattare anche le rughe del contorno occhi e la qualità talvolta scadente della pelle in questa zona che con l’età forma come delle piccole “pieghette”.

L’intervento di blefaroplastica inferiore può essere combinato anche al lipofilling , ossia al riempimento con il proprio grasso delle “occhiaie ”.

 

La convalescenza

Non spaventarti! Dopo la Blefaroplastica sarà normale che le palpebre si gonfino (edema) e che si manifestino dei lividi (ecchimosi) di varia entità. Per limitare ciò si applica, alternativamente per circa 24 ore, del ghiaccio sulle palpebre e si manterrà per qualche giorno una posizione a testa alta anche durante la notte con l’utilizzo di qualche cuscino in più. Per almeno una settimana dopo l’intervento di chirurgia plastica bisognerà evitare sforzi fisici per non provocare sbalzi pressori, con il conseguente rischio di sanguinamento, e quindi di maggior lividi.

I punti verranno rimossi dopo 5-6 giorni ed un primo iniziale risultato sarà già apprezzabile dopo una o due settimane. Le cicatrici possono apparire arrossate anche per qualche mese, ma con il passare del tempo questo colorito cambierà fino ad andare a sparire. Il risultato si considera definitivo dopo circa sei mesi.

 

Complicazioni e possibili effetti collaterali

Le complicazioni sono rare e di piccola entità. Tuttavia il rischio di infezione o di reazione all’anestesia può essere sempre presente in una certa misura. È importante seguire dettagliatamente le indicazioni del chirurgo in modo da evitare il più possibile il presentarsi di complicanze.

Le complicazioni minori che potranno insorgere spariranno in qualche giorno: visione doppia o sfuocata, edemi o asimmetrie nella cicatrizzazione.

Tra le maggiori complicanze, sebbene molto rare, si potrebbe riscontrare una difficoltà nella chiusura completa della palpebra superiore e l’ectropion per eccessivo stiramento della palpebra inferiore.

Tutte le complicanze possibili, i rischi, verranno valutati durante la nostra visita, ti saranno dettagliatamente illustrati, e l’intervento verrà eseguito solo se tutte le condizioni per garantire la tua massima sicurezza potranno essere rispettate.

 

Blefaroplastica o lifting diretto del sopracciglio?

Vorrei ti fosse chiara una cosa, e cioè che esistono due procedimenti chirurgici atti a ridurre il cedimento che si forma nella parte superiore degli occhi: la blefaroplastica ed il lifting di sopracciglio. Tali chirurgie non si escludono a vicenda. Hanno scopi diversi ma ci sono situazioni in cui, quando svolti contemporaneamente, ottimizzano il risultato generale.

 

Come si esegue il lifting del sopracciglio?

Il lift del sopracciglio può essere fatto in vari modi. Il meno invasivo sono le iniezioni di botulino. , dunque un approccio non chirurgico i cui effetti durano circa 4-5 mesi.

Esistono poi varie tecniche chirurgiche con accessi differenziati (fronte, regione temporale, palpebra superiore o direttamente dal sopracciglio). Spesso  però la durata degli effetti della chirurgia singola non supera in genere i 2-5 anni.
Molto più longevo è invece il risultato della blefaroplastica superiore e della tecnica mista blefaroplastica + lifting del sopracciglio (10-15 anni).

 

FAQ

 

  • C’è un’età consigliata per sottoporsi a blefaroplastica??
    No, in quanto non interferisce con la funzione dell’occhio che è la vista. L’intervento si limita alla correzione cutanea e adiposa delle palpebre. Molto spesso le donne giovani con “tendenza familiare alla caduta della palpebra” non si sottopongono a questo intervento pensando che sia da destinarsi solo alla età matura.

 

  • Dopo quanto tempo dall’intervento è possibile esporsi al sole?
    Solitamente conviene aspettare l’assorbimento delle ecchimosi e consigliamo l’uso di protezione solare sulle cicatrici. Sicuramente non prima di uno/ tre mesi

 

  • Dopo quanto tempo è possibile indossare gli occhiali e le lenti?
    Viene consentito immediatamente dopo l’intervento l’uso di occhiali da sole  con filtro UV e per almeno due settimane mentre le lenti a contatto si possono già applicare dopo 96 ore.

 

LIFTING DEL SOPRACCIGLIO

 

 

COSA ASPETTI? È GIUNTO IL MOMENTO DI DARE VALORE A QUEGLI OCCHI