Laser frazionale acne

Categoria:

Descrizione

Informazioni generali

Il laser frazionale sfrutta una fonte laser (co2, Erbium:Glass, Erbium:Yag, etc.) già ottimamente conosciuta in medicina per le sue proprietà e la sua sicurezza, rendendola “frazionata” ossia frammentando il fascio di luce in piccoli cilindretti di 100 micron di diametro, grazie a sistemi scanner molto sofisticati.Il vantaggio enorme assicurato dal frazionamento del fascio laser è dato dal minimo impatto del laser sulla pelle, a parità di efficacia.Il laser frazionale, infatti, alterna aree di tessuto “rimosso” dalla vaporizzazione del laser, con aree che sono lasciate integre e che aiutano e accelerano il processo di riparazione tissutale.
Esistono due tipologie di laser frazionale:

IL LASER ABLATIVO FRAZIONALE: il più famoso è il co2 frazionale, che rimuove la pelle in cilindretti di 100 micron a “tutto spessore”, consentendo un ricambio degli strati profondi e superficiali della pelle.
IL LASER NON ABLATIVO FRAZIONALE: è rappresentato maggiormente nelle lunghezze d’onda di 1540/1550 nm. Invece di rimuovere la pelle in cilindretti a tutto spessore come il co2, effettua delle micro colonne di coagulazione solo a carico degli strati più profondi della pelle, lasciando in sede l’epidermide, che può fungere così sia da barriera protettiva contro le infezioni, sia da medicazione “biologica” che favorisca una guarigione più rapida.

Quando è consigliato? I laser frazionali sono indicati in diverse affezioni:

RINGIOVANIMENTO CUTANEO
CICATRICI DA ACNE
CICATRICI POST TRAUMATICHE
CICATRICI DA USTIONI
MELASMA
SMAGLIATURE